ULTIMI ARTICOLI

Il codice che hackera Whatsapp

Una delle truffe del momento, valida per Whatsapp e, ancora peggio, anche per il conto corrente bancario e le sue OTP, è quella di fingere di necessitare un codice. Funziona così: l'hacker ti contatta da una fonte ufficiale o da un amico, dicendo di aver bisogno del codice che riceverai sul telefono.

I progetti legati alla blockchain continuano a crescere

La Blockchain e le tecnologie collegate a questo sistema continuano a crescere con un gran numero di progetti attualmente in sviluppo. Su 1.242 iniziative censite dal 2016 al 2020 sono ben 267 quelle avviate nell'ultimo anno che sfrutteranno le potenzialità della catena decentralizzata. L'Italia sembra una delle nazioni con più iniziative...

Apple rimuove 30.000 giochi dall’app store cinese

Il 31 dicembre 2020 Apple ha eliminato migliaia di app dallo store cinese. si parla di ben 39.000 giochi, accompagnati da ben 7.000 app non-gaming. Il motivo della rimozione è una nuova regolamentazione decisa dal governo cinese che richiede una licenza per ogni app a pagamento. L'impatto sullo store è enorme, con app...

La truffa di Whatsapp delle cifre

Whatsapp hacked

Whatsapp è protagonista di una nuova truffa. In questa nuova operazione di phiscing riceverete un messaggio da uno dei vostri contatti. Il contatto vi saluterà per poi dirvi di aver inviato un codice per errore e chiedere di rimandarglielo. Proprio in quel momento, riceverete un sms con 6...

Led wall: che cosa sono e quali sono le loro caratteristiche

La capacità di garantire una piena visibilità in qualunque condizione di luce è uno dei punti di forza dei led wall. Di che cosa si tratta? Stiamo parlando di prodotti muniti di RGB, vale a dire led multicolore, grazie a cui è possibile riprodurre, con un video processore scaler o con un computer, delle immagini o dei...

Microsoft potrebbe produrre i suoi processori, abbandonando Intel

Microsoft sembra pronta a seguire la strada di Apple iniziando a produrre i suoi processori nativi, senza più affidarsi a Intel. Secondo le ultime informazioni, la compagnia di Redmond sarebbe a lavoro su un processore Arm proprietario, da utilizzare per i suoi device; questo segnerebbe il primo passo verso una produzione completa e unica...