Il terzo Open Data Day Italiano

CHE COS’È

21 febbraio 2015: siamo alla quinta edizione dell’International Open Data Day e al terzo International Open Data Day italiano.

Le prime due edizioni sono state un grande successo grazie alla partecipazione e alla cooperazione di tutti gli attori italiani in materia: dalle pubbliche amministrazioni locali ai piccoli imprenditori, dalle associazioni alle grandi imprese, dalle amministrazioni centrali alle aziende partecipate, dall’università ai centri di ricerca.

Quest’anno abbiamo riattivato il percorso partecipativo con un incontro a Bologna, il 17 dicembre 2014, ospiti della Regione Emilia Romagna, e abbiamo concordato che l’International Open Data Day italiano, che auspichiamo pieno di energie e di eventi come gli anni scorsi, e anche più, permetta di dare visibilità ad uno dei temi principali.

Siamo, non solo a livello nazionale, in una fase diversa da quella che ha visto l’organizzazione delle prime edizioni. Se allora si trattava di lanciare un modo nuovo di intendere il rapporto tra informazione, digitale e diritti, oggi i dati aperti non sono più solo una buzz word: fanno parte del vocabolario comune, entrano nei testi dei bandi pubblici e nella mission delle imprese, danno qualità ai curriculum dei giovani. Contemporaneamente, come era lecito aspettarsi, cominciano ad emergere i primi problemi reali, le difficoltà legate all’adozione di standard unici, alla definizione di protocolli di qualità da rispettare; e insieme, si comincia a fare una valutazione concreta sui vantaggi reali – anche economici – che dai dati aperti sono venuti finora a cittadini, associazioni, imprese e amministrazioni. L’IODD 2015 può essere anche l’occasione per soffermarsi, in maniera rigorosa ma costruttiva, sulle problematiche concrete, sui domini specifici, sugli attori reali.

L’evento Hub, che si svolge a Roma, è stato pensato in maniera un po’ differente dalle scorse edizioni proprio per affrontare il tema OD in Italia secondo questa nuova prospettiva, sfruttando al massimo l’occasione offerta da un incontro tra persone (per una volta in presenza…) per condividere, discutere, proporre, anche fuori da schemi troppo rigidi.

EVENTI E MATERIALI

Sabato, 21 Febbraio 2015

Venerdì, 20 Febbraio 2015

Giovedì, 19 Febbraio 2015

Mercoledì, 18 Febbraio 2015

SOCIAL

PARTECIPA

Puoi partecipare all’ODDIT15 in vari modi:

  • Iscrivendoti online al gruppo
    L’iscrizione al gruppo google dedicato alle segnalazioni ed alle tematiche della giornata è a questo indirizzo
    https://plus.google.com/u/0/communities/111926072919025039975
  • Partecipando agli eventi
    Gli eventi sul territorio saranno tanti, l’accesso è libero e puoi trovare l’evento che più ti interessa monitorando questa pagina
    http://wiki.opendataday.org/2015/City_Events e questo stesso sito nei prossimi giorni
  • Diffondendo le iniziative sui social
    L’hashtag ufficiale dell’evento è #oddit15 da usare su twitter e su facebook dove è stato aperto anche uno specifico gruppo
    https://www.facebook.com/groups/536030566494441/
  • Proponendo un intervento all’evento HUB di Roma
    Nel pomeriggio all’evento romano verrà data la possibilità di proporre le proprie esperienze e le proprie idee attraverso un breve intervento (3 minuti! variabile a seconda del numero dei partecipanti…). Gli interventi possono essere fatti di persona o inviando un video (o collegandosi in streaming se riusciamo ad organizzarci a dovere), è necessario però prima inviare una richiesta con titolo e breve abstract a info@opendataday.it entro il 15 febbraio.
    Sono molto graditi interventi che illustrino l’impatto dell’OpenDataDay 2014 su quest’ultimo anno di lavoro ed impegno civico.
    Consigliamo di preparare l’intervento per evitare di essere interrotti allo scadere del tempo (saremo inesorabili).
  • Proponendo un intervento all’evento più vicino a te
    Per partecipare e intervenire agli eventi locali è necessario contattare i singoli organizzatori

EDIZIONE 2014

22 febbraio 2014.

Si è svolto a Roma presso l’Archivio Centrale dello Stato l’evento HUB che ha cercato di raccogliere e dare evidenza  ai risultati delle attività svolte in Italia e agli eventi– workshop e piccoli hackathon – che si sono realizzati su tutto il territorio.

I numeri di una giornata di successo

  • 21 eventi su 17 città
  • 15 eventi il 22 febbraio
  • oltre 200 partecipanti all’evento Hub di Roma (Archivio Centrale dello Stato)

EDIZIONE 2013

Si è svolto a Roma presso l’Archivio Centrale dello Stato l’evento principale che ha raccolto i risultati delle attività svolte finora dai gruppi di lavoro nati in questi mesi a sostegno delle iniziative dell’Agenzia per l’Italia digitale; vi hanno partecipato ricercatori, enti pubblici e aziende private che operano nel settore. Roma è stato l’evento “hub” collegato agli altri eventi – workshop e piccoli hackathon – che si sono svolti su tutto il territorio il 22 ed il 23 febbraio 2013.

I numeri di una giornata di successo

  •  280 iscritti
  •  35 relatori
  • 1772 tweets
  • 10 patrocini
  • 6 ore di diretta streaming
  • 4 collegamenti con altri eventi
  • 5 video dalle altre iniziative internazionali


Messaggio dell’ing. Agostino Ragosa, direttore generale dell’Agenzia per l’Italia Digitale, all’Open Data Day