CONDIVIDI
Malware playstore

Google si trova alle prese con un vero e proprio problema che potrebbe lentamente far perdere la fiducia degli utenti e la credibilità di Android e del suo store.

Quella della sicurezza, sembra la tematica che caratterizzerà gli anni a venire e, a quanto pare il Play Store non sembra ancora aver trovato un modo per tenere lontani i cybercriminali dalle proprie pagine.

Questa volta è il turno di app intrusive, applicazioni che utilizzano senza il permesso le funzionalità legate alla posizione dei nostri dispositivi.

Una vera e propria violazione della privacy, estremamente grave se pensiamo ai dai sensibili che vengono messi in campo, che riguardano i nostri spostamenti e le nostre vite.

Le app sono state rimosse, lasciando però un forte dubbio per l’utenza.

Nello stesso modo in cui sono comparse sullo Store, potrebbero tornarne altre, con altri nomi, sistemi più sofisticati, ma comunque capaci di eludere i contolli della grande G che sembra perdere i colpi di fronte alla questione Google Play.

Una delle app accusate e rimosse si chiama BatterySaverMobi, accusata è poi la diffusa Currency Converter, convertitore di valute di grande successo.

L’obiettivo delle app in questione era ancora più grave del previsto.

Le due app puntavano infatti ad installare il sistema malware Anubis, capace di rubare coordinate bancarie e dati privati degli utenti.

Queste applicazioni, e il loro relativo Malware erano inoltre capaci di seguire passo per passo il dispositivo infettato, controllando costantemente la posizione della vittima e addirittura contandone i passi.

Una prospettiva a dir poco inquietante che ci mette di fronte a dei quesiti per il futuro della sicurezza e per l’effettiva capacità dei colossi del web di proteggere l’utenza.

A quanto pare infatti sono davvero tante le leggerezze che, anche le compagnia più impensabili, compiono molto spesso.

A pagarne il prezzo sono però gli utenti e tutti coloro che affidano nelle mani delle grandi compagnia i loro dati.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here