CONDIVIDI

Facebook ammette di aver spiato i suoi utenti facendo trascrivere i messaggi vocali delle persone a operatori esterni all’azienda.

Una pratica pericolosissima che viola la privacy in ogni modo e va contro gli accordi, se pur invasivi, che vengono presi tra utente e compagnia con l’installazione e l’utilizzo delle sue app.

La società, come già accaduto con Google e Amazon, avrebbe ascoltato a trascritto con personale umano (oltre alle IA), i messaggi degli utenti.

Una pratica gravissima, soprattutto se pensiamo alla natura dei messaggio vocali di Whatsapp e Messenger.

La società avrebbe agito in questo modo per verificare la capacità delle sue IA di trascrivere correttamente i messaggi degli utenti.

Questo sottointende un profiling e una archiviazione continua delle nostre conversazione da parte della società.

Certo, i fini sono promozionali, ma non possiamo sapere nelle mani di chi finiranno i nostri dati più riservati, se pensiamo poi a paesi con dittature e assenza di libertà la cosa diventa ancora più agghiacciante.

Nel particolare, negli accordi tra utente e compagnia non si parla di trascrizione dei dati e di ascolto delle conversazioni cosa che potrebbe far ricredere moltissimi utenti sull’utilizzo indiscriminato di app come Whatsapp.

Facebook punterebbe a perfezionare il suo sistemai di IA, in molti però si domandano se Zuckerberg la racconti giusta.

Il programma di spionaggio sarebbe stato interrotto settimane fa, in seguito ai vari scandali che avevano coinvolto Google e Amazon.

Questa inquietante pratica sembra sempre più diffusa e, chi non vuole essere ascoltato e spiato dai giganti del web, farebbe bene a disattivare l’utilizzo del microfono, direttamente dal sistema operativo, oltre a disinstallare qualsiasi applicazione legata alle tre società.

Presto, è possibile inoltre, che il numero di dati raccolti possa arrivare a una saturazione, abbassando il valore delle nostre informazioni private, e mettendo fine a questo periodo di violazione della privacy e invasività senza precedenti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here