CONDIVIDI
esport numeri italia

Quella degli esport è una delle realtà più prolifiche degli ultimi anni.

I videogiochi intesi come sport spopolano in tutto il mondo e muovono un mercato da miliardi di dollari all’interno del quale l’Italia è praticamente tagliata fuori.

La realtà degli esport sembra non essersi diffusa nel nostro paese come all’estero.

Un danno non da poco dal momento che gli sport elettronici sono a dir poco una miniera d’oro per stati e società.

AESVI ha deciso di modificare il suo statuto proprio per spingere gli esport nel nostro paese e “gli organizzatori di eventi e i professionisti che contribuiscono al fenomeno esport in Italia“.

La realtà degli sport elettronici gira intorno ad alcuni titoli icona.

Non mancano i giochi prettamente sportivi come Fifa e Pes, ma a far da padroni sono prodotti come gli immortali DOTA, League of Legends, Overwatch e di recente anche Splatoon 2, la visione Nintendo del mondo esport.

I videogiochi intesi in senso sportivo rispettano una serie di regole che gli parmettono di garantire una sportività generale.

Le competizioni, tra picchiaduro e altri generi muovono migliaia di persone e riempiono gli stati.

Basta pensare alla realtà di Starcraft nel mondo asiatico ma anche negli USA.

Counter Strike e altri prodotti guidano gli esport e li hanno portati ad affermarsi come vere e proprie discipline riconosciute in numerosi paesi.

L’Italia è una fanalino di coda nel mondo esport, questo non significa però che debba restarlo.

Negli ultimi anni infatti, la massificazione dei videogiochi anche da noi, ha portato a una sempre maggiore diffusione di queste discipline.

Twitch è una realtà anche per noi e piano piano gli esport stanno crescendo.

Mancano ancora infrastrutture e supporto, ma di sicuro nei prossimi anni vedremo uno sviluppo di questa florida industria anche per quanto riguarda l’Italia.

Naturalmente velocità delle connessioni permettendo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here