CONDIVIDI
keyart

I musei in Italia sono un patrimonio forse più prezioso che in altri Stati, perchè l’Italia ha dato alla luce innumerevoli artisti che hanno fatto scuola. Purtroppo ci sono ancora molti italiani che non riescono a sentirsi coinvolti dalle esposizioni artistiche.

E se ci fosse una app che permettesse di trasformare una ”noiosa” e comune visita in una attività interattiva ed interessante? Ebbene, oggi è possibile recarsi ai musei e migliorare la propria esperienza proprio grazie ad una app chiamata KeyArt.

Essa funziona innanzitutto come guida se non si tollerano le solite autoguide disponibili oppure se si tende alla distrazione mentre una guida in carne ed ossa si ferma e spiega lentamente per permettere a tutti di rimanere al passo come di consueto.

KeyArt si presenta come un’applicazione italiana e gratuita, sviluppata da ARM23, che porta gli utenti a scoprire l’arte all’interno dei musei ed utilizza la fotocamera dello smartphone in combinazione con la realtà aumentata per identificare le opere in esposizione e fornire info aggiuntive.
KeyArt attualmente supporta 22 dei più importanti musei di tutto il mondo (tra quelli italiani sono compresi la Galleria degli Uffizi a Firenze, i Musei Vaticani a Roma e la Pinacoteca di Brera a Milano).
Garantisce informazioni pratiche (orario di apertura, contatti…) sulla struttura e permette di esplorare virtualmente il museo, per aiutare il visitatore a farsi un’idea in anticipo conoscendo l’elenco di opere, artisti, stili e periodi presenti all’interno.
Interessanti sono anche i percorsi suggeriti, disponibili non in tutte le gallerie, che guidano attraverso le opere partendo dallo stile o dal periodo di realizzazione. Il vero punto forte dell’app, però, è la funzione ”Scansiona”.
Tale funzione consiste nell’inquadrare un’opera, scorrere col dito verso l’alto per leggerne le informazioni in dettaglio, il beneficio di una guida audio (in lingua inglese) e la possibilità di aggiungerla tra i preferiti per poterla poi approfondire a casa, dopo la visita, senza dimenticarne nome o artista.

Infine, è possibile acquistare i biglietti del museo direttamente dall’applicazione. Per provare KeyArt non resta che scaricarla gratuitamente.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here