CONDIVIDI

Zuckerberg sembra sempre più intenzionato a entrare, in qualche modo, nel sistema finanziario e dei pagamenti.

Tra Libra, con una serie di investitori in fuga e un futuro piuttosto cupo e altre trovate, Facebook punta molto su WhatsApp Pay, Metodo di pagamento che potrebbe debuttare a breve anche in Italia.

Whatsapp Pay sfrutta la distanza dal nome del brand per proporre agli utenti un servizio già visto con Apple e altre realtà.

Si tratta infatti della possibilità di utilizzare il proprio smartphone per effettuare pagamenti rapidi senza estrarre il telefono dalla tasca.

Una semplificazione che potrebbe portare tutti gli utenti di Wahtsapp a utilizzare la piattaforma anche per pagare.

Come al solito, quando si parla di Facebook scatta l’allarme privacy.

I pagamenti di Whatsapp Pay, potrebbero infatti entrare a far parte di quel collage di informazioni che creano i nostri profili.

Fatto sta che, i pagamenti al supermercato, potrebbero diventare più semplici con app del genere.

Resta da capire perché scegliere proprio Whatsapp e non altre entità più sicure per affidare dati sensibili e magari l’accesso alla nostra carta di credito.

Lo strumento, già esistente e attivo negli USA e in altri paesi, si prepara a sbarcare anche in Italia.

A partire dal prossimo anno, anche gli utenti italiani potrebbero quindi utilizzare la piattaforma di messaggistica per le più svariate funzioni, quella dei pagamenti compresa.

Resta da vedere se le richieste di privacy e sicurezza europee saranno rispettare e quanto gli utenti saranno disposti ad affidare il loro portafoglio all’azienda protagonista di numerosi scandali di privacy.

Whatsapp Pay è quindi in dirittura di arrivo, per il momento però il successo, anche all’estero non è stato entusiasmante.

Gli utenti infatti preferiscono affidarsi a PayPal, Apple e app dedicate degli stessi istituti bancari, anziché pagare con un social e una piattaforma di messaggistica.


Loading...

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here