CONDIVIDI
Windows 10 update

Di base, Windows 10 include un account Administrator che viene però disabilitato al momento dell’installazione del sistema.

 Apprendiamo però direttamente dal blog di Microsoft Taiwan come, aggiornando il proprio PC dall’april update all’october update, l’account verrà disabilitato in automatico anche se in precedenza fosse stato attivato.
La novità si verificherà durante il processo di aggiornamento, il momento nel quale il sistema operativo controlla la presenza di altri account oltre al principale con privilegi di amministrazione.
Non è chiaro se si tratti di un bug o di una scelta momentanea, in ogni caso l’azienda di Redmond ha annunciato di voler rilasciare una correzione a fine gennaio 2019.
Il consiglio che viene dato agli utenti è però quello di tenere più di un account con diritti di amministrazione, nel caso si verificassero dei problemi sull’account principale, senza correre il rischio di vedersi tagliati fuori dall’account admin principale.

Per tutti coloro che hanno già aggiornato il loro PC Windows, basterà recarsi nell’area utenti a riattivare manualmente l’account amministratore.

Quella che sembra una piccolezza, potrebbe rivelarsi un problema ben più complesso nel caso si finisse per eliminare l’account principale.

I diritti di amministrazione sono molto importanti per effettuare modifiche sostanziali ai software e al sistema.

Le autorizzazioni dell’amministratore sono infatti necessarie anche per la semplice installazione di un file .exe.

E’ quindi importante controllare la propria situazione e seguire attentamente i consigli di Microsoft in attesa di un ulteriore aggiornamento che corregga la strana situazione che si è venuta a creare.

In ogni caso il problema dovrebbe essere risolto molto presto e dovrebbero inoltre essere presenti fix e soluzioni alternative che non vadano a compromettere del tutto i diritti di amministrazione sul proprio PC.

Sempre meglio però verificare che tutto sia corretto, e attivare l’account admin nel caso questo risultasse disabilitato dall’ultimo aggiornamento di Windows 10.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here