CONDIVIDI
linux microsoft

La conversione di una distro Linux  per Windows 10, è già diventata un’operazione molto più semplice e fattibile grazie all’introduzione della Windows Subsystem for Linux; lo sarà ancora di più grazie alle ultime novità che arrivano da casa Microsoft e che strizzano l’occhio ai sistemi open source.

E’ stata infatti distribuita la versione FOSS di WSL Distrolauncher Sample, vale a dire l’implementazione standard della app necessaria a installare una distro Linux sul Windows sfruttando WSL. Il sample è stato reso pubblico da Redmond e il suo obiettivo è proprio quello di rendere molto più facile e accessibile il porting di una distribuzione Linux su Windows 10. In questo modo gli sviluppatori potranno distribuire distro direttamente dallo store ufficiale di Windows 10.

Ecco che la notizia viene presa con entusiasmo dagli amanti dell’open source, ci troviamo infatti di fronte a una grande apertura da parte del colosso informatico nei confronti di una realtà che interessa principalmente gli sviluppatori e i geek più accaniti.

La mossa di Microsoft va ad inserirsi all’interno di un piano generale che vuole spostare gli interessi dell’azienda verso il mondo cloud e il mobile.

Il destino del sistema operativo più famoso in assoluto è ancora però poco chiaro, di sicuro al momento gli utenti linux e chi utilizza l’ambiente di lavoro per sviluppare applicazioni, potrà godere del rinnovato supporto e sfruttare al meglio le possibilità offerte da WSL.

Quello che emerge, è ovviamente il tentativo di rendere la vita più facile all’ambiente dev, per quanto riguarda il sistema operativo puro dedicato all’utente, Microsoft continua invece a difendere i suoi prodotti, mantenendo il muro che la divide da Linux e tenendo le giuste distanze da ogni possibilità di facilitare la vita a chi ha scelto Linux come Os principale, al solo scopo di vivere un’esperienza alternativa con il proprio pc di casa.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here