CONDIVIDI
ANKARA, TURKEY - SEPTEMBER 6: Facebook's logo is seen on a screen in Ankara, Turkey on September 6, 2018. (Photo by Aytug Can Sencar/Anadolu Agency/Getty Images)

Facebook, anziché tutelarli, sta bloccando gli account di tutti coloro che segnalano profili falsi, spesso della loro stessa persona o società.

Prorio così, l’azienda di Zuckerberg sta bloccando gli utenti che segnalano i falsi lasciando fuori dai loro account utenti normali che si erano limitati a segnalare un problema.

L’ennesimo scivolone per il social blu che dovrà risolvere al più presto la situazione, soprattutto per tutti coloro che pagano sponsorizzate e ads.

Nel momento in cui si segnala un account falso, Facebook chiede una verifica della nostra identità.

Andrebbe tutto bene, se non fosse che l’invio del documento non funziona, portando così a bloccare l’utente che ha segnalato la falsa identità.

In questo modo le persone si trovano tagliate fuori dal social, mentre altre persone, che si spacciano per loro, agiscono indisturbate.

Una mossa incredibile e un problema che sembra impensabile per una società come Facebook, con il denaro e il numero di dipendenti che può vantare.

Di seguito Comer, titolare di una realtà web importante, spiega come “un mio vecchio collega mi ha aggiunto su Facebook come amico. Dopo aver accettato la richiesta, mi ha contattato su Messenger e mi ha chiesto di dargli dei soldi. Quindi ho pensato ‘Va bene, non sei Dave’ e l’ho segnalato. Solo poche ore dopo, sono stato bloccato fuori dal mio account”.

Tutto nasce da un bug che si ritorce contro gli stessi utenti.

Un problema non da poco, in particolare per chi utilizza Facebook per motivi aziendali e non può permettersi di essere tagliato fuori per aver segnalato truffatori e falsi account.

La strada da percorrere per garantire la sicurezza su Facebook è ancora molto lunga; se queste sono le misure studiate per rendere Facebook più sicuro, allora possiamo solo immaginare cosa ne sia del contrasto a fake news e truffe.

Ancora una volta il consiglio è quello di non inserire dati sensibili di alcun genere all’interno della piattaforma.


Loading...

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here