CONDIVIDI

Quale TV comprare oggi

Scegliere un nuovo televisore oggi è decisamente un’operazione ardua. Nei negozi specializzati troviamo infatti prodotti di ogni genere, dai televisori a schermo curvo fino a quelli cui si possono collegare degli occhiali 3D, o agli schermi di dimensioni gigantesche. Qualsiasi guida all’acquisto della TV deve partire dalla considerazione che non tutti sono in grado di comprendere le varie sigle e gli acronimi oggi utilizzati per descrivere le caratteristiche di un televisore. Cerchiamo quindi di fare chiarezza sulle principali peculiarità dei televisori di ultima generazione.

Le dimensioni di un televisore
Per decidere quale TV comprare è importante fare delle valutazioni sulle dimensioni dello schermo, sotto vari punti di vista. Come primo passo è bene considerare che non sempre più grande è lo schermo e migliore sarà la qualità dell’immagine o la visione che si potrà avere del televisore. In ambienti di dimensioni contenute, dove si sta a pochi metri dal televisore, è bene evitare modelli di dimensioni eccessive. Oltre a questo spesso si ragiona con la misura in pollici di un TV, che in realtà di dichiara solo la lunghezza della diagonale dello schermo, senza nulla dirci sull’ingombro dell’apparecchiatura intera. Prima di decidere quale sia il televisore più adatto da portare a casa considerare anche le dimensioni reali dello schermo e lo spazio che si ha a disposizione.

Risoluzione e tecnologia dello schermo
Le tante sigle che si leggono vicino al nome del modello di un televisore, come ad esempio per le TV 4K, 8K o anche OLED, definiscono la risoluzione e la tecnologia utilizzata per la produzione dello schermo. La risoluzione più grande possibile ci permette di ottenere colori più definiti, neri più intensi e un migliore contrasto. 4K e UHD sono due sigle che praticamente si equivalgono, la risoluzione 8K è quella oggi più alta in assoluto. Il minimo oggi considerabile è la risoluzione HD, high definition, che permette una buona visione in schermi tv di dimensioni non eccessive. Per quanto riguarda la tecnologia di produzione dello schermo OLED e QLED sono le due più avanzate oggi, che permettono di creare schermi molto sottili e con una buona profondità dei colori.

Le smart TV
Oggi non avrebbe senso decidere quale tv comprare senza considerare le versioni smart. Si tratta di servizi aggiuntivi disponibili sul televisore, grazie alla possibilità di connetterlo in rete, anche tramite la Wi-fi di casa. Ogni brand utilizza diversi software per la gestione di questi servizi, alcuni Android nativo altri invece software proprietari. Per quanto riguarda i brand di alta fascia, i software per la gestione delle funzionalità smart del televisore sono tutti di ottima qualità. Il problema diviene scottante invece quando si decide di acquistare un televisore in super offerta di un brand sconosciuto. In molti casi infatti questi prodotti possiedono software per la sezione smart decisamente antiquati, difficili da utilizzare o che non vengono aggiornati con regolarità. A volte anche la lentezza dell’interfaccia, la sua scarsa intuitività ci rende difficile usare le funzioni smart; meglio quindi prediligere i brand più rinomati e di alta qualità.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here