CONDIVIDI
come ricaricare il cellulare

La tecnologia dei cellulari progredisce fornendo sempre più funzionalità, e l’uso di queste necessita di sempre più autonomia per quanto riguarda la batteria. Se il tuo dispositivo tende a cedere in momenti meno opportuni, sappi che ci sono svariati modi per ricaricarlo!

Ebbene sì, oltre al classico caricabatterie esistono altri modi per ricaricare la batteria del tuo cellulare, che si tratti di Android o iOS, non fa differenza. Ovviamente è sempre raccomandabile acquistare in principio uno smartphone con autonomia adatta all’uso personale e sempre nei costi possibili.

Il classico dei classici è assolutamente l’uso del ”Power Bank”, la ricarica portatile per eccellenza. Ovviamente va caricato totalmente prima di uscire fuori casa o da lavoro; spesso si rivela utile per gite fuori porta, ed è consigliabile acquistarne uno con milliamperaggio non inferiore ai 5600 mAh, ad un costo in media di 10-15 euro.

Un dispositivo simile al citato Power Bank ma più sportivo è il caricabatterie a manovella, che, come da titolo, prevede una ricarica di energia in base alla rotazione che intende attuare la nostra mano sulla manovella. Naturalmente si tratta di ricarica breve e lenta, discorso che vale anche per la carica a dinamo su bici, che avviene sfruttando la nostra pedalata e le catene.

Restando sempre in tema di caricatori con cavi, ci sarebbero anche il classico OTG che permette di collegare due smartphone per condividere la carica fino a quando entrambi non saranno pari; un altro metodo è quello di sfruttare la presa accendisigari con porta USB all’interno di una macchina.

Per quanto riguarda metodi davvero alternativi, negli ultimi tempi si è parlato molto del caricabatterie solare, un metodo molto ecologico che sfrutta appunto l’energia e la luce solare. Questi sono gli arrangiamenti più diffusi, ma non temere, perchè le ricerche e le innovazioni in questo campo: ti basti pensare che hanno inventato la ricarica che va a frutta e verdura e quella che sfrutta i suoni ad alta frequenza.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here