CONDIVIDI
Huawei Cyber sicurezza

Il governo USA ha attaccato Huawei, spiegando come i dispositivi dell’azienda cinese siano un pericolo per la sicurezza.

Parole forti che lasciano di stucco il colosso degli smartphone che sfida Apple e Samsung nel predominio del mercato tech.

La campagna di sensibilizzazione è arrivata anche nei paesi europei, Italia compresa. Nel documento si invitano le compagnie a evitare Huawei, tacciando i telefonini del brand come non sicuri.

I funzionari statunitensi avrebbero informato varie compagnia in merito alla cybersicurezza. Nel particolare il messaggio è diretto agli apparati governativi.

Gli USA stanno cercando quindi di ostacolare Huawei. Una mossa legata a quanto pare alla sicurezza e a eventuali debolezze, o addirittura apparecchi spia contenuti dentro agli smartphone del colosso cinese.

Un’accusa piuttosto pesante alla quale Huawei risponde immediatamente e si dice “sorpresa dai comportamenti del governo Usa descritti nell’articolo” del Wall Street Journal. “Se il comportamento di un governo si estende oltre la sua giurisdizione tale attività non dovrebbe essere incoraggiata”. “Prodotti e soluzioni Huawei sono ampiamente usati in oltre 170 Paesi in tutto il mondo, servono 46 dei primi 50 operatori mondiali, aziende di Fortune 500 e centinaia di milioni di consumatori”. “Ci scelgono perché si fidano pienamente”.

In molti parlano di un piano ad hoc per danneggiare il colosso cinese a fini commerciali. Huawei è infatti una delle aziende più rampanti del panorama tech del momento, capace addirittura di scavalcare Apple in vendite, mela che sembra soffrire con i suoi ultimi iPhone dal prezzo altissimo e dalla scarsa innovazione.

La questione Huawei va però ad inserirsi anche nelle crescenti tensioni tra Washington e Pechino che hanno visto un escalation di problematica a partire dai dazi decisi da Donald Trump per contenere l’avanza economica del paese asiatico.

Resta da vedere se l’informativa verrà presa sul serio o la presunta minaccia alla sicurezza verrà snobbata dagli interessati. Di sicuro però tra Huawei e Stati Uniti le cose non saranno più come prima.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here