CONDIVIDI
apple brevetto samsung

Quella tra Samsung e Apple non è semplice concorrenza, ma una vera e propria guerra che ha coinvolto in certi casi anche i sostenitori di un o dell’altra casa in accese discussioni tra social e forum.

Ecco che la sfida sul mercato prosegue con un duro colpo che arriva direttamente dagli avvocati di Apple. A quanto pare infatti, Samsung è stata condannata a pagare 539 milioni di dollari per aver copiato alcuni design brevettati direttamente da Apple e messi in commercio sui telefonini venduti tra il 2010 e il 2011.

Il denaro è stato richiesto per compensare la violazione di ben tre differenti design brevettati e per compensare la violazione di due brevetti di utilità. Non è la prima volta che i due colossi si sfidano a suon di avvocati. Samsung e Apple erano tornate a processo a seguito dell’appello alla Suprema Corte di Giustizia presentato proprio da Samsung, condannata in primo appello a una pena di 399 milioni, la somma in questione era parsa alla ditta coreana troppo elevata, ed ecco che, con l’appello si sono ritrovati a pagare una penale ancora più salata!

L’appello era stato fatto proprio per valutare se il danno arrecato andasse valutato sul valore totale dell’iPhone copiato, come richiedeva Apple o solo sugli elementi dove la violazione è stata appurata. La mossa del ricorso non è stata particolarmente brillante per Samsung che non solo si è ritrovata a dover pagare una somma superiore a quella iniziale, ma ha subito un grosso danno di immagine dovuto alla prova inconfutabile e alla conferma dell’effettivo plagio.

Sicuramente nei prossimi dispositivi, Samsung ci penserà due volte prima di copiare prodotti Apple, dato che la cifra che gli è costata la violazione del 2010 è così elevata da danneggiare notevolmente le casse dell’azienda.

Samsung e Apple sono finite spesso ai ferri corti anche per presunti brevetti su gesture e il famoso Pinch to zoom di Apple.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here