A chi non è mai capitato, effettuando innocentissime semplicissime tranquillissime ricerche nel vasto mondo della Rete, di imbattersi in immagini, video, etc… che poco avevano a che fare con la query digitata e molto di più con l’immaginazione di qualche persona molto disinibita (e spesso anche molto fantasiosa)? Se quest’incidente capita ad un adulto, la soluzione è facile: ci si può ridere sopra o indignarsi, ma si può comunque processare e chiudere facilmente – molto in fretta se si è a lavoro. Il problema si pone qualora un bambino venisse in contatto con questi documenti scabrosi; vi consigliamo perciò di porre in pratica questi comportamenti, onde evitare momenti assai imbarazzanti.

INSTALLARE E CONFIGURARE UN BUON ANTIVIRUS
La maggior parte degli antivirus ormai offrono la possibilità di impostare il parental control – esistono anche programmi appositi, quali minormonitor, etc…
Per limitare l’accesso a documenti graficamente espliciti si può agire in vari modi; principalmente:

  • Impostando password che impediscano l’accesso a determinati siti;
  • Oscurando direttamente i siti utilizzando il pannello del parental control. Si possono anche oscurare o impedire alcune query sui social o sui motori di ricerca;
  • Impostando un limite di tempo che ogni persona possa passare un sito: una minore esposizione equivarrà ad un minore rischio.

IMPOSTARE GOOGLE SAFESEARCH
Molto importante è impostare un filtro apposito anche su Google, per evitare che query di parole ambigue possano dare risultati a dir poco indesiderati. Per farlo, bisognerà attivare la Safesearch nelle impostazioni di ricerca di Google: questo orpello di google non è sicuro al 100%, tuttavia ha il merito di evitare la maggior parte degli “incontri ravvicinati” che vorremo evitare ai nostri pargoli.

ATTIVARE LA MODALITA’ CON RESTRIZIONI DI YOUTUBE
Similmente, si può limitare il numero di risultati visualizzabili su youtube tramite l’attivazione della modalità con restrizioni: basterà, una volta acceduti al profilo, andare sul fondo di una qualsiasi pagina youtube per incontare il menu a tendina apposito.

Inoltre, per questi due siti, ricorderemmo due accortezze per chi, essendo adulto e vaccinato, comunque abbia interesse nel visionare contenuti non adatti ai minori ma voglia evitare al figlio brutte sorprese:

  • Effettuare le query con un profilo diverso da quello familiare: le modalità con restrizioni si applicano solo ad un profilo.
  • Cancellare cronologia e cookies, per evitare che il browser dia consigli sconvenienti!!!