CONDIVIDI

Mudita Pure è no dei tanti smartphone studiati per garantire un rapporto meno morboso con il mondo dei social e del web.

Sono stati numerosi i tentativi di sviluppare un device capace di tenerci lontani da quell’inquinamento che arriva dai social e, in generale, dallo stress che nasce dall’utilizzo dei moderni smartphone.

Parliamo di Mudita Pure è molto particolare; si tratta del primo smartphone di Mudita, azienda nata da Michal Kicinski, fondatore della famosissima CD Projekt, la software house divenuta famosa con The Witcher.

Il device vanta un sistema a bassa potenza, un design molto minale.

Elemento differenziante è la progettazione di buona parte delle componenti, OS compreso.

Mudita ha valori SAr bassissimi, consuma davvero poco e offre una batteria in grado di durare per giorni, proprio grazie all’utilizzo minimo per cui è stuadiato.

Un ritorno a un telefono normale, prima dell’era smart.

Resta da capire se Mudita supporti o meno app di messaggistica e come il sistema operativo funzioni.

Il device è al momento in corsa con la sua campagna Kickstarter.

Da tenere di conto il prezzo elevatissimo, 369 Euro, cosa che fa pensare a funzionalità inattese o a un lavoro davvero complesso nella creazione del nuovo OS e dei nuovi sistemi hardware.

Di sicuro un progetto interessante che ci dimostra come il mondo stia cercando di liberarsi di ciò che ha creato.

Il sistema social e smart ha effetti fortemente negativi sulla psicologia, tanto da spingerci a spendere soldi pur di ottenere uno smartphone che ci permetta di tornare in controllo del nostro tempo.

Una situazione un po’ paradossale.

Lo stress telefonico, un tempo prerogativa di manager e altri personaggi del mondo business, oggi parte dalla tenera età tra social e piattaforme di messaggistica.

Di fatto, la cosa più semplice sarebbe tornare a vecchi telefonini, vecchi modelli non supportati, addirittura un primo iPhone, senza spendere denaro eccessivo in prodotti come questo che non ci offrono altro che un costoso ritorno al passato.


Loading...

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here